In Che Modo Il Nuovo Controllo G-Vectoring Di Mazda Migliora Leggermente La Maneggevolezza

Sommario:

In Che Modo Il Nuovo Controllo G-Vectoring Di Mazda Migliora Leggermente La Maneggevolezza
In Che Modo Il Nuovo Controllo G-Vectoring Di Mazda Migliora Leggermente La Maneggevolezza

Video: In Che Modo Il Nuovo Controllo G-Vectoring Di Mazda Migliora Leggermente La Maneggevolezza

Video: In Che Modo Il Nuovo Controllo G-Vectoring Di Mazda Migliora Leggermente La Maneggevolezza
Video: G-Vectoring, come funziona la tecnologia che aumenta il comfort della Mazda CX-5 2023, Dicembre
Anonim
Image
Image

C'è sempre un piccolo ritardo tra il momento in cui un guidatore gira il volante e il momento in cui l'auto risponde effettivamente. Questo ritardo fa sì che la persona al timone effettui numerose piccole correzioni-correzioni che Mazda vuole ridurre con G-Vectoring Control, un nuovo sistema che utilizza un software intelligente per spostare il peso sugli pneumatici anteriori durante il turn-in. Funziona, ma è sottile. Forse troppo sottile.

La scorsa settimana, quando ho scritto per la prima volta sul controllo G-Vectoring di Mazda, ho detto che il sistema "suggerisce una maggiore attenzione al comfort", ma dopo aver effettivamente guidato veicoli dotati di GVC, mi sono reso conto che c'è molto di più nel trucco del software Mazda che nella creazione una qualità di marcia più comoda.

[ Divulgazione completa: Mazda aveva bisogno di me per provare questa nuova tecnologia così tanto che mi hanno portato a San Francisco, mi hanno portato a Monterey e mi hanno consegnato la chiave di una camera d'albergo. La mattina seguente, mi hanno portato a Laguna Seca e mi hanno affidato le chiavi delle loro automobili nuove di zecca. Mi sono comportato bene.]

In teoria

Image
Image

L'obiettivo di Mazda durante lo sviluppo del controllo G-Vectoring era quello di dare alle sue auto un comportamento che minimizzasse lo strappo, il termine tecnico per un cambiamento nell'accelerazione nel tempo, come quel calcio in culo che si ottiene quando entra in azione il turbo. L'azienda afferma che il corpo umano naturalmente riduce al minimo lo strappo quando si muove, quindi creare un'auto con un comportamento simile dovrebbe farla sentire più come "un'estensione del proprio corpo", afferma Mazda.

Image
Image

Il controllo G-Vectoring riduce lo strappo laterale in curva riducendo al minimo il tempo di risposta transiente tra l'input dello sterzo e l'accelerazione laterale. In altre parole, il tempo impiegato dall'auto per fare ciò che vuoi è ridotto.

Questa risposta dello sterzo più lineare significa che il guidatore non deve sterzare troppo per correggere il ritardo iniziale, solo per poi dover correggere di nuovo una volta che l'auto "si aggancia", inviando l'auto in un movimento sinusoidale a scatti.

Ciò rende lo sterzo più diretto e migliora il circuito di feedback tra l'auto e il guidatore, riducendo l'oscillazione così prevalente nelle curve, in particolare su strade sconnesse o bagnate. In teoria, potrebbe rendere un'auto più sicura in queste condizioni. Ma solo un pochino.

Per ridurre questo ritardo tra l'input dello sterzo e la risposta del veicolo, Mazda ha collaborato con Hitachi per creare un sistema che sposta automaticamente il peso sui pneumatici anteriori durante il turn-in per caricare i fianchi e le sospensioni (questo è uno dei vantaggi della "frenata con il piede sinistro, "Che viene fatto spesso nelle corse).

Ma GVC non usa i freni, in realtà riduce l'accelerazione del veicolo e carica i pneumatici anteriori tirando la fasatura della scintilla. Il sistema Mazda fa ruotare il veicolo attorno al suo baricentro ed esercita il peso sui pneumatici anteriori riducendo effettivamente la coppia del motore: un approccio davvero unico che secondo Mazda è una novità assoluta nel settore.

Mazda descrive così il metodo:

GVC massimizza le prestazioni degli pneumatici concentrandosi sul carico verticale degli pneumatici. Nel momento in cui il conducente inizia a girare il volante, GVC controlla la coppia motrice del motore per generare una forza G di decelerazione, spostando così il carico sulle ruote anteriori. Ciò aumenta l'aderenza del pneumatico della ruota anteriore, migliorando la reattività in curva del veicolo.

Image
Image

La quantità di coppia ridotta dipende dalla velocità di variazione dell'angolo di sterzata. Ad esempio, se si manovella con forza su quella ruota, il sistema attira più coppia per caricare le ruote più velocemente. Se smetti di girare e mantieni la ruota in una posizione stabile, la coppia del motore ritorna al valore iniziale, spostando il peso all'indietro per una migliore stabilità.

Il sistema si attiva solo quando il piede del conducente è sull'acceleratore e il volante viene attivamente ruotato. Non funziona quando il conducente è sui freni o quando il volante non è in movimento.

In definitiva, afferma Mazda, riducendo la coppia e spostando il peso sulle ruote anteriori durante il turn-in, il sistema consente all'auto di muoversi "più precisamente come vuole il guidatore, riducendo la necessità di correzioni allo sterzo, molte delle quali vengono eseguite inconsciamente".

In pratica

Image
Image

Mazda ha iniziato la sua presentazione ammettendo che il vantaggio del sistema è "sottile ma importante". E ragazzi, hanno ragione sulla parte "sottile", poiché difficilmente riuscivo a distinguere tra GVC acceso e GVC spento. Non è una sorpresa, tuttavia, poiché entro 50 millisecondi dall'input dello sterzo, GVC sta solo tirando un po 'di coppia (nella singola cifra lb-ft) e causando un cambiamento nell'accelerazione longitudinale di soli 0,01-0,05 G.

Ma a quanto pare questo è sufficiente per spostare fino a 10 libbre di peso sulle gomme anteriori, che secondo Mazda creano un piccolo vantaggio nella risposta dello sterzo, che quindi crea una grande riduzione delle correzioni dello sterzo dei guidatori, risultando in un'esperienza in curva più fluida.

Image
Image

Mazda mi ha fatto guidare una berlina Mazda 6 con un pulsante rosso gigante sullo schermo dell'infotainment che attiva e disattiva il controllo G-Vectoring. Ho fatto molti tipi diversi di guida, tra cui un test delle alci, un corso di manovrabilità sul bagnato e un terribile noioso giro di 20 mph attorno al Mazda Raceway Laguna Seca.

Durante la maggior parte di questi, non riuscivo a distinguere molto con il sistema acceso o spento. Una sezione di quel giro di 20 miglia all'ora attorno al Mazda Raceway, però, mi ha richiesto di schiacciare la berlina tra alcuni coni arancioni e una barriera, ed è qui che penso di aver notato un leggero cambiamento.

Con il sistema acceso, sono riuscito a superare facilmente l'apertura stretta senza sudare. Con GVC spento, mi sono ritrovato in punta di piedi attraverso, e poi assolutamente annientare un cono (fortunatamente, non il muro).

Ho mangiato il cono con il sistema spento perché il tempo di risposta dello sterzo iniziale era troppo lungo, facendomi sterzare troppo per poi correggere eccessivamente e mangiare un cono? GVC stava effettivamente funzionando? Apparentemente così, sulla base dei dati che Mazda mi ha mostrato. Le mie ampiezze dell'angolo di sterzata erano molto più alte con il sistema spento, indicando che stavo facendo correzioni molto più grandi.

Quel povero cono.

Image
Image

Quindi sembra che il sistema funzioni, anche se raramente potrei dire la differenza. Altri giornalisti più "perspicaci" hanno affermato di aver sentito una netta differenza, in particolare sul percorso di manovrabilità sul bagnato. E gli occupanti hanno anche affermato che, con GVC acceso, la riduzione delle correzioni dello sterzo ha reso la guida significativamente più rilassata con meno oscillazioni da lato a lato.

Onestamente, il 99,9% dei clienti non noterà nemmeno la differenza che GVC fa sulla risposta dello sterzo o sul comfort di marcia. Ma considerando che si tratta di un sistema puramente basato su software che non aggiunge peso aggiuntivo e il fatto che i dati di Mazda mostrano una riduzione delle correzioni dello sterzo, questa mi sembra una vittoria.

G-Vectoring Control debutterà nella Mazda6 2017 come equipaggiamento standard e si farà strada nel resto della gamma Mazda in futuro.

Consigliato: